In Approfondimenti

Le leghe quasi α

Sono un gruppo di leghe con struttura bifasica ma con un quantitativo di fase β molto limitato per via del basso tenore complessivo degli elementi β-stabilizzanti, che è sempre dell’ordine dell’1-2%.

Fra tutte le leghe di titanio risultano le più performanti in condizioni di esercizio a elevata temperatura, grazie alle eccezionali caratteristiche di resistenza al creep e all’ossidazione. Sono generalmente poste in esercizio dopo ricottura dal campo β o dal campo α+β, allo scopo di ottenere rispettivamente microstrutture completamente lamellari o bimodali come quelle illustrate in Figura 2 (b) e (c). Spesso vengono aggiunti piccoli quantitativi di silicio che, grazie ad ulteriore trattamento termico di “stabilizzazione” post-ricottura, solitamente eseguito tra 550 e 700°C a seconda della lega specifica, promuove la formazione di precipitati intermetallici che conferiscono ulteriore resistenza al creep.

La lega Ti-6Al-2Sn-4Zr-2Mo ha trovato impiego soprattutto come materiale per la realizzazione delle valvole di scarico di motori per auto e moto da competizione, mentre la IMI 834, potendo sopportare temperature di esercizio fino a 800°C, è stata utilizzata per gli stadi della zona ad alta pressione del compressore nei motori per la propulsione aerea, come mostrato in Figura 5.    

Figura 5: Tipica sezione di un motore a reazione per la propulsione aerea. Da notare l’utilizzo della lega da alta temperatura IMI 834 nella zona ad alta pressione del compressore.
Pages ( 4 of 6 ): « Previous123 4 56Next »
Recommended Posts

Start typing and press Enter to search