CONTROLLI NON DISTRUTTIVI

servizi di controllo
Obiettivo Qualità

I controlli non distruttivi su materiali e pezzi lavorati in TAG

01-01

SERVIZIO

I controlli non distruttivi (CND) rilevano la presenza di difetti interni nel materiale o affioranti sulla superficie del pezzo, senza alterarne la geometria e la resistenza. La risultante di ogni controllo è un documento che illustra le dimensioni e le coordinate dei difetti rilevati, stabilendo se il manufatto sia o meno idoneo alla funzione che deve svolgere.

02-01

STANDARD

Il personale che opera in TAG nell’ambito dei controlli non distruttivi è qualificato al livello 2° e 3° in accordo con le norme EN ISO 9712 – EN 4179 NAS 410, per garantire la massima qualità e sicurezza nello svolgimento delle operazioni. Inoltre, da Dicembre 2014, il controllo con Liquidi Penetranti è stato certificato Nadcap.

03-01

VALORE

Nell’ambito dei controlli non distruttivi su particolari tipologie di turbine gas in superlega e per applicazioni aerospaziali in lega leggera, leghe di titanio e acciai PH, TAG dispone di un impianto semi-automatico con vasche per immersione / spray con liquidi penetranti lavabili in acqua e post – emulsificabili, livello sensibilità 3 certificati sec. AMS 2644.

Il Metodo

Come avvengono i controlli non distruttivi in TAG

Grazie all’adozione di metodi di indagine diversi, i controlli non distruttivi in TAG permettono la completa ispezione dei particolari, garantendo il rispetto anche dei più stringenti criteri di accettabilità richiesti.

TIPOLOGIE DI CONTROLLI
  • Liquidi Penetranti (F.P.I., Fluorescent Penetrant Inspection);
  • Controllo con Ultrasuoni (UT, Ultrasonic Testing);
  • Controllo con Correnti Indotte (ET, Eddy-current Testing);
  • Controllo Visivo (VT, Visual Testing);
  • Magnetoscopia (MPI, Magnetic Particle Inspection);
PROCESSI SPECIFICI

In TAG, viene utilizzata la tecnologia Eddy Current per la misurazione della conducibilità elettrica dei materiali. In questo modo è possibile verificare, tra l’altro, lo stato del materiale a seguito di un trattamento termico.
I controlli all’interno di labirinti o forature profonde vengono invece realizzati tramite videoendoscopi, con la possibilità di registrare immagini e filmati.

Start typing and press Enter to search